mercoledì 21 ottobre 2015

Recensione: "L'esatto contrario" di Giulio Perrone










Titolo: L'esatto Contrario
Autore: Giulio Perrone
Editore: Rizzoli 
Prezzo ebook: € 9.99
Prezzo cartaceo: € 18.50
Categoria:Giallo, Thriller
Pagine: 227
Anno: 2015













Buon pomeriggio miei cari,
il caro relax che avevo conquistato nel fine settimana, è andato perduto... L'università, la sveglia presto, le mille cose da fare, la stanchezza, mi lasciano poco tempo da dedicare alle mie letture (che nel frattempo si moltiplicano!). Oggi però voglio parlarvi di un interessante romanzo giallo: "L'esatto contrario" di Giulio Perrone.


Trama: 

Quel bacio rubato ai tempi dell'università, Riccardo non se l'è mai dimenticato. Se si concentra, riesce a sentire ancora il profumo di Giulia, così dolce... Ma il suo sogno d'amore aveva avuto un brusco risveglio, perché lei era morta, uccisa nei bagni della Sapienza: un omicidio che aveva scioccato tutti e di cui era stato subito riconosciuto colpevole l'insospettabile professor Morelli. Caso archiviato. Dieci anni, un cambio di facoltà e un fidanzamento mandato all'aria dopo, l'unica certezza per Riccardo è rimasta la fede nella Roma. Non è diventato un grande giornalista, scrive recensioni di libri su "TuttoGiallo" - un infimo settimanale di nera - e di una relazione seria nemmeno l'ombra, se si esclude quella con i coinquilini Sandro, fanatico di Proust, e Rachele, mistress per passione. Fino a quando la sua vita tranquilla, senza scossoni, viene sconvolta dall'urto con il passato, che torna prepotente a pronunciare quel nome: Giulia Rusconi. La notizia è che Morelli, l'assassino uscito da poco dal carcere, è stato ritrovato morto. Tanto basta per riaccendere in Riccardo quella fiamma che non si era mai spenta. E, complice il diario di Giulia ritrovato dopo anni, per trasformare uno svogliato cronista senza ambizioni in un investigatore privato goffo ma deciso a scoprire la verità. Perché, forse, chi ha davvero le mani sporche del sangue di Giulia non ha ancora pagato il prezzo della sua colpa...









Come reagireste se un fatto del vostro passato, un ricordo poco piacevole, venisse riesumato, rientrando nel mirino dei media?
Ebbene questa è la situazione in cui si viene a trovare Riccardo Magris, un normale uomo che non ha raggiunto gli obiettivi che si era posto. Vive alla giornata, scrivendo recensioni di poco valore per la rivista "TuttoGiallo" e percependo un affitto dai suoi coinquilini Sandro e Rachele.
Nulla sembra alterare la monotona vita di Riccardo, fino a quando un nome, captato in un servizio in tv, desta il suo interesse: Giulia Rusconi.

La ragazza era una sua collega, con la quale si è frequentato seppur per un periodo breve, ritrovata morta dieci anni prima nel bagno dei docenti. In quell'episodio fu dichiarato colpevole il prof. Morelli, un uomo insospettabile che fece della notizia un fatto di clamore nazionale. 
Adesso dopo anni di carcere, il nome del prof Morelli torna ad essere menzionato. Infatti l'uomo è stato trovato morto, poco dopo essere uscito dal carcere.
Tutto fa pensare ad un suicidio, un'ammissione di colpa di quel brutale omicidio. 

Ma siamo sicuri che si tratti di senso di colpa? Come mai il professore ha aspettato così tanto tempo? Che sia invece un omicidio, magari dello stesso vero assassino di Giulia?

Inizia così per Riccardo un indagine, dapprima suggerita dal caporedattore della rivista per cui lavore, Dora, ma che a poco a poco si trasforma in un'indagine personale...
Riuscirà Riccardo a scoprire la verità? Il caso è davvero così semplice come sembra, oppure c'è qualcosa di più nascosto?


Allora personalmente devo dirvi che il libro mi è piaciuto molto. Il protagonista è un semplice uomo che cerca di andare avanti, e concludere qualcosa nella sua vita. Ritrovarsi questo caso tra le mani, è l'opportunità che Riccardo stava cercando; tuttavia emerge con grande ironia, la goffaggine, la poca esperienza, che lo porta non poco a mettersi nei guai. 
Ecco questa è una delle cose che ho maggiormente apprezzato di questo romanzo; siamo abituati nei romanzi gialli di avere come protagonisti detective, commissari, uomini dal fine ingegno, che con poche mosse riescono a trovare l'assassino. 
Riccardo invece è "L'esatto Contrario", un uomo che si ritrova ad affrontare una situazione più grande di lui, ma che lo motiverà e lo porterà ad un passo verso la verità....

Come andrà a finire questa ingarbugliata situazione? Lo scoprirete solo leggendo questo interessantissimo romanzo, che consiglio a tutti, perchè credetemi se vi dico che ognuno di noi potrebbe vedere se stesso in Riccardo. Ammettiamolo la curiosità soprattutto in casi del genere è sempre comune! 


Voto: 3 e mezzo/5  Very Good 


 E mezzo 


Un saluto e ci vediamo alla prossima

-Angel 




0 commenti:

Posta un commento