lunedì 19 ottobre 2015

Recensione: "Sua... perché lo amo" di Amélie







Titolo: Sua perchè...lo amo
Autore: Amélie
Editore: Self Publishing
Prezzo ebook: € 2.99
Categoria:Erotic Dark 
Pagine: 217
Anno: 2015








Buon inizio settimana miei cari lettori,
il fine settimana è trascorso in pieno relax, beandomi di un piacevolissimo week-end alla SPA (e come se ci voleva!), quindi adesso rinvigorita e rilassata, sono pronta per parlarvi dell'ultimo capitolo della trilogia "Alba & Fabrice" : "Sua perché... lo amo" di Amélie.
Inutile precisare che è il mio libro preferito, e scoprirete il motivo ^-^

Trama:

Alba ha trovato un lavoro come commessa in una boutique, dimenticando i problemi economici, e ogni giorno può contare sull’affetto del figlio e delle sue colleghe, eppure, si sente triste, sola e incompleta lontano dal suo amore, l’affascinante e tormentato Fabrice Valois, che dopo averle raccontato il suo terribile passato, ha deciso di lasciarla andare per paura di farle del male. La vita tranquilla e piatta che la ragazza conduce da oltre tre mesi, viene improvvisamente sconvolta da un evento inaspettato, che alla fine la porterà a chiedere aiuto proprio all’uomo che l’ha respinta: Fabrice. Lui accetterà di aiutarla, ma Alba non dovrà pretendere nient’altro. I due intraprenderanno fianco a fianco un viaggio molto difficile, che li metterà di fronte alle loro debolezze e paure e li porterà a combattere contro nemici arrivati dal passato e intenzionati a distruggerli. Riusciranno Alba e Fabrice a superare gli ostacoli che il Destino ha posto sul loro cammino? E l’amore di Alba sarà più forte dei demoni che albergano nell’anima lacerata di Fabrice? 
Sua… perché lo amo è il terzo volume della trilogia erotica/dark ‘Alba & Fabrice’. 

***** 

E poi… seppi che lui era lì ancor prima di vederlo. Conoscevo troppo bene la sensazione del suo sguardo su di me e non avrei potuto confonderla con nessun’altra. L’effetto era quello di una carezza sulla pelle, leggera come le ali di una farfalla, in apparenza innocua, ma quando decidevi d’ignorarla, ecco che un calore inaspettato iniziava a sbocciare negli intimi recessi del tuo corpo, trasformandosi rapidamente in un fuoco indomabile, che bruciava… tutto, non lasciando altro che cenere. Mi voltai e non mi stupii affatto di scorgere la sagoma di Fabrice al di là della porta socchiusa. Non emisi suono, non arrossii, non tentai nemmeno di coprirmi, perché era inutile. Aveva già visto come fosse diventato il corpo che un tempo gli era appartenuto. Arretrò di qualche passo, mantenendo quell’insopportabile sguardo pieno di compatimento fisso nel mio. Preferivo l’indifferenza a questo. Strinsi i pugni e conficcai i denti nel labbro inferiore. Fabrice continuò ad arretrare e poi, sorprendendomi come solo lui sapeva fare, colpì il muro con un pugno così potente che avrebbe potuto tranquillamente rompersi la mano. 
«Cazzo!» esclamò, furioso, non per il dolore ma per qualcos’altro, che non fui in grado di decifrare. 
Trasalii. Pochi secondi dopo, udii sbattere con violenza la porta di casa. 







Il finale del secondo capitolo "Sua... perchè lo vuole" (recensione qui), mi aveva lasciata in preda alla disperazione, al dolore. Fortunatamente avevo già acquistato l'ultimo volume, e così non ho aspettato nemmeno un ora per ricominciare la lettura (lo so chiamatemi pazza, ma ero in preda ad uno stato d'animo precario, comprendetemi!).
Ritroviamo Alba con un lavoro presso una boutique, uno stipendio niente male, un capo molto gentile, e delle colleghe che sono diventate le sue più care amiche. Ma la sua vita non è affatto felice, ad Alba manca un  pezzo del suo cuore, della sua anima, che ha perso durante l'ultimo incontro con il suo amato Fabrice. Sono passati due mesi, e le parole "addio" e "amore" sembrano vorticare frequentemente nella testa di Alba.
Le giornate trascorrono con una lentissima routine, fino a quando un giorno qualcosa turba l'animo di Alba: Alex, il padre di Lorenzo, suo figlio, è tornato, pronto a prendersi cura del piccolo.
Da qui inizia per lei un cammino non privo di difficoltà, che la porteranno in primo momento davanti ad un giudice, per la causa di affidamento di Lorenzo (tranquilli per fortuna ne uscirà vincente), fino a dover condividere la sua vita, con Alex, un uomo che non voleva mai più rivedere.
Ma come volevasi dimostrare, Alex cela motivi che possono essere definiti non tanto nobili, e un episodio spaventoso e avventato porterà Alba a chiedere di nuovo aiuto all'uomo per cui batte il suo cuore: Fabrice.

<< Aprii la porta e rivederlo fu come respirare dopo un lunghissimo periodo di apnea. Fu come risvegliarsi dal coma. Incredibile e bellissimo, ma anche spiazzante. Lui sgranò gli occhi, quegli occhi che non avevano perso neanche un briciolo del loro potere di attrazione su di me, ed io non potei evitare di piangere. Per la milionesima volta>>


L'uomo però, sebbene i suoi occhi e i suoi modi facciano intendere ben altro,  metterà subito in chiaro le cose, ribadendo che la loro storia non potrebbe avere futuro, le loro vite sono troppo diverse; pertanto gli prometterà solo l'aiuto necessario per questa difficile impresa.  

Passano le settimane, la vita di Alba trascorre vuota, dolorosa, la luce nella sua vita sembra essersi spenta del tutto. Tuttavia, inesorabilmente, Alba & Fabrice di nuovo vicini, sentiranno montare quel fuoco che li unisce e che allo stesso tempo li allontana.
La speranza in Alba comincia a scemare, fino a che Fabrice trova la pista giusta e insieme partono per Parigi per scovare Alex e l'innocente Lorenzo.
Alba & Fabrice, a stretto contatto a Parigi, risvegliano i loro demoni, Fabrice in particolare, che cerca di tenere fede alla sua promessa, perché non vuole farle del male, non vuole permettere al suo mostro interiore di avere la meglio sulla parte razionale, quella parte che vorrebbe amare la sua Alba e vivere come una normale famiglia.

<< Tu non immagini neanche il mio tormento, Alba. Una parte di me non vuole altro che sottometterti, risucchiarti nel mio progetto di vendetta contro quella donna che mi ha rovinato, rendendomi il pazzo che sono. L'altra parte, invece, vorrebbe essere in grado di ricambiare il tuo amore e trascorrere insieme a te una vita normale, fatta di alti e bassi, piccole e grandi cose, gioie e dolori, litigi e riappacificazioni, dolcezza e passione. La mia anima è scissa, perennemente in bilico tra bene e male. Non puoi capire che cosa si prova a vivere così>>

L'anima tormentata di Fabrice, colpisce nel profondo Alba, che vorrebbe aiutare il suo amore a rimarginare le sue ferite, a voltare pagina, a chiudere con il suo passato. 
Finalmente il piccolo Lorenzo viene ritrovato, e una nuova luce sembra riempire i cuori dei nostri due amanti. Nei giorni trascorsi a trascorsi a Parigi come una vera famiglia, Fabrice sembra essere diverso, l'uomo che Alba vorrebbe tenere con se per sempre,
Ma come una favola, un sogno ad occhi aperti, il loro lieto fine è ben lungi dall'essere vicino. 
Il passato continua ad essere in agguato, in più il persecutore che importuna Fabrice sembra sempre più vicino, pronto alla sua ultima mossa...

Fabrice riuscirà a voltare pagina? A chiudere con il suo passato? La nostra coppia avrà il lieto fine che merita? Costruiranno mai insieme il futuro che tanto si meritano?


Ebbene miei amatissimi lettori, siamo giunti alla fine di questa trilogia. L'ultimo capitolo è stato pieno di emozioni vere, che ti trascinano nel loro vortice. 
Due parole racchiudono questo ultimo commovente capitolo: Redenzione e Rinascita.
Protagonista indiscusso è Fabrice, il personaggio che più si è evoluto, che è cresciuto, è maturato, e che ha trovato la chiave per la felicità.
Non vi nascondo che in molte parti del libro mi sono fatta travolgere dalle lacrime, in particolare quando Fabrice per la prima volta riesce a sconfiggere il suo mostro, non sottomettendo Alba. 
è stato in questo punto, che si è manifestato il profondo amore di Fabrice per la tenace e coraggiosa Alba...

<<Sei la donna più straordinaria che abbia conosciuto in vita mia. Ti amo Alba Roveri. Ti ho amata sia dal primo momento, quando sono entrato nel mio ufficio e mi sono perso nei tuoi occhi meravigliosi>>

Che dire, niente da aggiungere a questa perfetta dichiarazione, emessa nel momento migliore in assoluto! (lacrime a go go).
Fabrice in questo capitolo finale, dimostrerà cosa si cela nella sua anima tormentata e Alba, la grande Alba sarà l'unica che potrà salvarlo dall'oblio.

Cosa aggiungere di Alba, una donna eccezionale, meravigliosa, che nonostante i mille problemi, i mille ostacoli, non si arrende, disposta a tutto per trovare la felicità insieme al suo amore,
Anche lei è cresciuta, è maturata, è diventata più forte; adesso sa cosa vuole, e lotterà fino allo sfinimento per raggiungere il suo obiettivo. 

<<Perchè mi ami?>> sussurrò<<Perchè sei stato creato per essere la mia metà. Quando ti ho visto per la prima volta nel tuo ufficio, mi è sembrato di riconoscerti. Ecco perchè, nonostante tutto il male che mi facevi, io continuavo a sentirmi attratta da te>>

Il finale è stato perfetto, e ancora una volta Amélie si è dimostrata una grande donna, capace di trasmettere emozioni profonde, tanto da sentirle proprie.

Pertanto non posso che ribadire l'assoluto consiglio di leggere questa meravigliosa trilogia che conclude il suo cammino con un percorso di ammenda e l'inizio di una nuova vita! Tutto è stato perfetto e spero di avere presto l'opportunità di leggere un nuovo libro di questa autrice che mi ha emozionato fino alla fine.


Voto: 5/5 Perfect 


   






Passion:5/5 Really Hot




Vi mando un bacio

Alla prossima

-Angel 


0 commenti:

Posta un commento