martedì 29 settembre 2015

Recensione: "Il mondo in una stanza" di J.L Berg






Titolo: Il mondo in una stanza
Autore: J.L Berg 
Editore: Nord
Prezzo ebook: € 8.99
Prezzo cartaceo: € 16.40
Categoria:New Adult
Pagine: 352

Anno: 2015








Buon martedì readers!
il libro di cui oggi voglio parlarvi è "il mondo in una stanza" di J.L Berg. un libro dolce, romantico, in cui l'amore è il protagonista, ma non senza ostacoli.


Trama:

Lailah Buchanan non è mai andata al cinema, non ha mai visto il mare, non è mai stata baciata. E tutto per colpa di un grave difetto cardiaco che la costringe a passare gran parte del suo tempo in ospedale, in attesa del giorno in cui potrà fare tutte quelle piccole cose che sono normali per ogni altra ragazza e che lei annota nella sua Lista del prima o poi. Ma, quando dopo l’ennesima ricaduta i medici le dicono che solo un trapianto potrà salvarla, Lailah inizia a pensare che quei desideri non si avvereranno mai…

Da quasi tre anni, Jude Cavanaugh si aggira come un fantasma tra i corridoi dell’ospedale in cui ha dovuto dire addio alla fidanzata. Dal giorno di quel maledetto incidente, Jude ha rinunciato a guidare l’azienda di famiglia e ha iniziato a lavorare lì come infermiere, quasi fosse l’unico modo per restare ancora in contatto con la sua Megan e affrontare i sensi di colpa. Però tutto cambia l’istante in cui conosce Lailah. Perché quella ragazza tanto fragile eppure determinata a resistere riesce a fare breccia nella sua corazza e risveglia sentimenti che lui credeva di aver perduto per sempre. Così, quando scopre la Lista del prima o poi, Jude decide di aiutare Lailah a spuntare ogni voce dell’elenco. E, più tempo passa con lei, più Jude ha l’impressione di essere lui il malato e lei la sua salvatrice. Ma l’amore che sta sbocciando fra loro darà anche a Lailah la forza – e il coraggio − di essere felice?




 Il mondo in una stanza”, non è un romanzo come altri. Già dal luogo in cui si svolge la vicenza, un ospedale, fa capire come questa storia sia speciale e abbia quel qualcosa in più. È qui che infatti la nostra protagonista Lailah, è ricoverata; la ragazza infatti fin dalla nascita ha una malformazione cardiaca, che non le permette di vivere la sua vita come tutti gli altri. Protetta dalla madre, costretta a vivere come in dentro una teca di vetro, passa le sue giornate stilando liste, una in particolare quella del “prima e del poi”, in cui scrive sogni, pensieri, esperienze che vorrebbe fare. Sono cose che per chi non ha questi problemi, possono risultare banali e del tutto primi di significato: mettere i piedi nell’oceano, andare al cinema, danzare sotto la pioggia…

La semplicità, la purezza, e l’ingenuità di Lailah sono disarmanti, dimostrano come niente sia scontato, e di ringraziare sempre il cielo delle proprie fortune! Tutto trascorre inesorabilmente, in quel letto di ospedale, il mondo al di fuori sembra quasi un illusione, una sogno che prima o poi svanirà. Ogni speranza per un futuro, giorno dopo giorno sembra abbandonarla…


“ Può essere mai vita questa? Possibile che debba vivere così? Che senso ha avere un cuore che batte, se, alla fine, non ha nessun motivo per farlo?”


Ma un giorno qualcosa sembra alterare la ciclica routine di Lailah, l’arrivo di un nuovo assistente socio sanitario: Jude, un bellissimo ragazzo, tatuato, che lascia a bocca aperta Lailah.

Jude, un ragazzo di poche parole, dedito al lavoro, misterioso, con un velo di maliconia, che cela dentro di se un dolore radicato nei più profondi meandri della sua anima. Da tre anni infatti, lavora in quell’ospedale, l’ospedale dove ha esalato l’ultimo respiro l’amore della sua vita, la donna che avrebbe sposato. Il dolore per la sua perdita è aggravato dal senso di colpa, che lo priva di qualsiasi via d’uscita. Fa del suo lavoro un modo per chiedere ammenda, per cercare di placare il suo rimorso per la morte della sua Megan.  Quando però viene trasferito nel reparto di cardiologia, non può che sentirsi nuovamente in trappola. La tranquillità del reparto, a differenza del pronto soccorso, che con la sua frenesia  non gli permetteva di  pensare, di pensarLa, lo fanno sprofondare nella più totale tristezza.

“Quando muore la persona con cui hai deciso di trascorrere il resto della tua vita, prima ancora di avere l’occasione di cominciare quell’esistenza insieme, come si può sperare di sopravvivere? Io sono riuscito a farlo tornando nel luogo in cui sentivo ancora viva la sua presenza”

Una sera però, durante il controllo notturno dei corridoi, qualcosa o meglio qualcuno, attirano la sua curiosità. La dolce Lailah è intenta a mangiare un budino al cioccolato con le dita. Quel gesto fa scattare qualcosa, come una sveglia alla sua umanità quiescente, come il sentore di una normalità perduta.

E  cosi, ogni sera, il dolce Jude, lascerà un budino al cioccolato nel comodino di Lailah.

Questo è il gesto iniziale che farà avvicinare i due giovani, che capiranno ben presto di avere più cose in comune di quanto credessero.

Nascerà un amore, passionale, dolce, commovente, una amore da favola. Jude e Lailah saranno uno, l’ancora di salvezza dell’altro, cercheranno insieme di costruire un futuro, una vita. Jude farà sentire viva Lailah, abituata ad essere trattata come una bambola di porcellana, e grazie a lui a poco a poco, spunterà le varie voci della sua lunga lista “del prima e del poi”. Tutto sembra prendere un ottima direzione, ma gli ostacoli sono dietro l’angolo. Lo stato di salute di Lailah si aggraverà, e dopo il rifiuto da parte dell’assicurazione di coprire le spese per un trapianto, la giovane, stanza di lottare, deciderà di vivere quei mesi che le restano appieno, insieme al suo amato Jude.

Ma Jude non è pronto a perdere di nuovo il suo amore, e così effettuerà l’unica, seppur dolorosa scelta possibile: pagherà l’intervento al cuore, ma rinuncerà a lei.  Jude infatti non è chi dice di essere; è molto ricco, ma dopo la morte di Megan aveva deciso di tagliare i ponti con la sua famiglia. Adesso pur di salvare Lailah da morte certa, preferirà essere odiato per essersene andato, ma  almeno lei potrà finalmente vivere una vita come tutti gli altri.
Come finirà la storia? L’amore trionferà? Avremo un lieto fine per Lailah e Jude?

Una storia tenue, dolce, emozionante, adatta ai romantici incalliti e non.  Leggendo questo libro è possibile trovare la forza e il coraggio per affrontare la vita di tutti i giorni, gli ostacoli, le delusioni. Un amore che è ancora di salvezza, che risolleva gli animi dei due protagonisti, un amore che da speranza.

“ è proprio vero: la vita continua, anche dopo dolori immensi e sofferenze indicibili. Fin quando abbiamo la possibilità di amare ed essere amati, non c’è cuore spezzato che non possa tornare a battere”


Unica nota negativa almeno per il mio giudizio, sono le scene un po’ troppo spinte. In questo caso le ho viste molto forzate, in quanto a questa storia fa da sfondo la dolcezza e la semplicità.

Voto: 3/5




Come sempre aspetto le vostre impressioni, e i vostri commenti se lo avete letto, io vi mando un grosso bacio e…

Alla prossima!

Con affetto

-Angel 

             

0 commenti:

Posta un commento